Paper: Le imprese italiane e le competenze mancanti. Un’analisi del Piano Industria 4.0PAPER DI GIACOMO BANDINI E FEDERICA CAPRIO

Algoritmi che identificano i guasti di prodotti e processi, robot che assemblano e confezionano, sistemi di trasporto completamente automatizzati che navigano in modo intelligente all’interno della fabbrica, macchine in grado di auto controllarsi che organizzano la produzione, stampanti 3-D che creano parti complesse in un’unica fase: l’Industria 4.0 sta cambiando radicalmente l’ambiente di lavoro.

Su un campione di 236 imprese, intervistate dall’Osservatorio Industria 4.0 della School of management del Politecnico di Milano nel giugno 2018, solo il 2,5 dichiara di non conoscere le dinamiche dell’Industria 4.0 (due anni fa era il 40%), mentre il 15% è in fase esplorativa e il 55% ha già implementato soluzioni 4.0. Nel 2017, in Italia, il mercato dell’Industria 4.0 è cresciuto del 30% rispetto all’anno precedente e ha raggiunto tra i 2,3 e i 2,4 miliardi di fatturato, grazie all’utilizzo sempre maggiore di soluzioni IT, componenti tecnologiche abilitanti su asset produttivi tradizionali e servizi collegati. L’84% delle soluzioni IT è stato indirizzato verso imprese italiane, il 16% in export di progettualità, prodotti e servizi. A ciò vanno aggiunti circa altri 400 milioni, rivolti a progetti di innovazione digitale tradizionale. Nello stesso anno, inoltre, è migliorata significativamente l’alfabetizzazione aziendale.

Tenendo in considerazione non solo la portata del cambiamento, ma anche le numerose iniziative adottate sia nel settore pubblico che privato, questa ricerca si pone un duplice obiettivo. In prima istanza, fornire un quadro generale sull’Industria 4.0, ripercorrendo l’evoluzione del mercato e delle competenze che, di pari passo, sono andate sviluppandosi e sono ricercate dalle imprese già digitalizzate o che intendono farlo. Secondariamente, analizzare la situazione generale delle imprese italiane. Per quest’ultima indagine sono stati utilizzati diversi set di dati disponibili e si è cercato di comprendere quali dinamiche agiscano sul fronte delle competenze all’interno di tutte le classi di aziende. L’analisi è stata condotta considerando l’intervento del Piano Industria 4.0, approvato nella Legge di Bilancio 2017. Infine, si è cercato di fornire alcune indicazioni di policy elaborate in base ai risultati dell’analisi e ai trend internazionali in corso.

Il paper è stato pubblicato sulla rivista “Quaderni di ricerca sull’artigianato”, n. 3/2018, Il Mulino

Consulta il paper qui: https://www.rivisteweb.it/doi/10.12830/92052 

La credibilità è la nostra forza. La nostra visione al vostro servizio.

Pietro Paganini
Presidente, Competere
Newsletter

Join Our Community and Stay Up to Date