La Gig Economy e i suoi lavoratori. Affinità e divergenze tra le piattaforme e noi – FOCUSEDITED BY FEDERICO BRION

La Gig Economy e i suoi lavoratori. Affinità e divergenze tra le piattaforme digitali e noi – FOCUS

A cura di Federico Brion, Junior Fellow di Competere

SCARICA E LEGGI IL FOCUS DI COMPETERE >>

La Gig Economy ha acquisito una rilevanza crescente nel dibattito pubblico sia nei Paesi industrializzati che in quelli in via di sviluppo. Si tratta di un termine ambiguo, del quale è difficile dare una definizione precisa (letteralmente economia dei “lavoretti”) poiché ricomprende un ampio arco di attività economiche in costante tensione tra l’innovazione tecnologica digitale e rinnovamento dei modelli di organizzazione aziendale. 

In Italia, la parola è diventata celebre grazie alle lotte giudiziarie e sindacali dei riders, i fattorini che portano cibo a domicilio in bici o in motorino con l’aiuto e l’assitenza di una app (ad es. JustEat, Foodora, Deliveroo ecc.). 

Come per tutte le nuove tecnologie, nel caso della Gig Economy si parla soprattutto di piattaforme digitali, se analizzate come modalità di organizzazione del lavoro, s’impone un nuovo paradigma produttivo che costringe il sistema giuridico ad uno sforzo di adattamento a volte difficile da ottenere. La dicotomia tayloristica con un datore di lavoro “fisico” è divenuta obsoleta e il sistema produttivo continua a creare situazioni inedite di disparità economica e contrattuale, che il legislatore cerca di riequilibrare a fatica. 

Il focus “La Gig Economy e i suoi lavoratori. Affinità e divergenze tra le piattaforme e noi” cerca di analizzare il rapporto e lo scontro esistenti tra tecnologia e regolamentazione, tenendo conto delle diverse realtà che sottendono le diverse piattaforme digitali della Gig Economy. Tra rapporti contrattuali e tutela dei lavoratori, big data e feedback degli utenti. La confusione legislativa regna sovrana e andrebbe risolta una volta per tutte nell’interesse delle parti coinvolte. Soprattutto, nell’interesse dell’innovazione sostenibile. 

SCARICA E LEGGI IL FOCUS DI COMPETERE >>

BIO AUTORE

Federico Brion è Junior Fellow di Competere. Laureato con tesi sul lavoro nella Gig economy. Appassionato di tecnologia e
delle tematiche legate all’innovazione digitale e tecnologica, dalla proprietà intellettuale alla contrattualistica delle piattaforme digitali. Si occupa anche di diritto civile e immobiliare, recupero crediti e risarcimento danni presso lo studio legale Foschini-Pagani.

La credibilità è la nostra forza. La nostra visione al vostro servizio.

Pietro Paganini
Presidente, Competere
Newsletter

Join Our Community and Stay Up to Date