Italia 44° al mondo nell’International Property Rights Index 2021L'INDICE SULLA TUTELA DELLA PROPRIETA' REALIZZATO DALLA PROPERTY RIGHTS ALLIANCE

Competere per l’International Property Rights Index 2021

Lo studio misura come venga tutelata la proprietà intellettuale in oltre 129 Paesi, rappresentanti il 98 per cento del PIL mondiale ed il 94 per cento della popolazione. Realizzato dalla Property Rights Alliance, la coalizione internazionale di 123 istituti di ricerca presenti in 73 nazioni, e di cui fa parte Competere.

LEGGI L’EXECUTIVE SUMMARY DELL’IPRI 2021 >>

La crisi da SARS-Cov2 ha evidenziato l’importanza dei diritti di proprietà nel trasformare idee in soluzioni produttive e innovative, che possano sia creare vantaggi ai sistemi sanitari sia promuovere prosperità economica e libertà. È in questo contesto che viene presentato l’International Property Rights Index del 2021, le cui tre voci principali riguardano il “sistema politico e giuridico”, la “tutela dei diritti fisici” e la “tutela dei diritti intellettuali”.

Mentre sul podio vengono confermate Svizzera, Singapore, e Nuova Zelanda, l’Italia si assesta in 44esima posizione, salendo di tre gradini rispetto al 2020, ma scendendo nel punteggio complessivo che si ferma a 6,1 su un totale realizzabile di 10. Siamo quindi lontani dall’Unione Europea (media di 6,7) e dal G7 (7,4).

Segnali di miglioramento, ma i risultati restano mediocri

Nonostante sia stato fatto un passo avanti nell’ambito del sistema politico e giuridico e nella tutela dei diritti fisici (quest’ultima voce  comunque sotto la media mondiale), il punteggio relativo alla tutela dei diritti intellettuali è diminuito. Tra i punti deboli evidenziati dal report emergono con evidenza la tutela del copyright e la capacità di accesso al credito. I mediocri risultati ottenuti in questi ambiti, vedono ancora una volta l’Italia dietro Paesi quali l’Uruguay e la Giordania.

LEGGI L’INTERNATIONAL PROPERTY RIGTHS INDEX 2021 >>

Gli autori

La Property Rights Alliance è un’associazione impegnata a promuovere i diritti di proprietà in tutto il mondo. International Property Rights Index 2021 è uno studio comparato annuale che mira a quantificare la forza dei diritti di proprietà – sia fisica che intellettuale – e a classificare i paesi di conseguenza. Il rapporto International Property Rights Index mostra il legame tra la protezione dei diritti di proprietà e lo sviluppo economico. L’edizione del 2021 contiene una classifica di 129 paesi, che rappresentano il 98 per cento del prodotto interno lordo mondiale ed il 93 per cento della popolazione. Competere è membro della PRA e presenta in esclusiva l’Intellectual Property Rights Index in Italia. 

La credibilità è la nostra forza. La nostra visione al vostro servizio.

Pietro Paganini
Presidente, Competere
Newsletter

Join Our Community and Stay Up to Date